';

Arredamenti per la casa: i consigli dell’architetto d’interni online

Architetto d'interni online

Arredare la propria casa o l’ufficio può essere un’attività piacevole, ma occorre tempo e una certa perizia negli accostamenti, nella valutazione degli spazi e degli ingombri. Si può fare da soli o ricorrere ai consigli dell’architetto  online specializzato in arredamento d’interni. È professionale, veloce ed economico.

L’ architetto d’interni online vi affianca con un progetto e suggerimenti sull’arredamento per la casa grazie a internet. L’assistenza è continua, non solo grazie al telefono, ma anche tramite Skype e Whatsapp. programmi di messaggistica istantanea (Skype). Svolge tutto il lavoro di un architetto tradizionale via web. Voi fornite le indicazioni sui locali e le vostre esigenze e l’architetto on line studia diverse proposte che vi mostra in 3D.

Il servizio è rivolto essenzialmente ai privati che devono ristrutturare o semplicemente rinfrescare l’arredamento e riqualificare la distribuzione degli spazi. L’architetto online consiglierà sulle ultime tendenze e saprà indicarvi i mobili giusti anche in tema di funzionalità.

I vantaggi dell’architetto d’interni online sono abbattimento dei costi di progettazione e postazione web dedicata e continua, velocità di esecuzione, possibilità di usufruire gratis di consigli accessori e la certezza di essersi rivolti a un professionista del settore.

L’architetto online, grazie alle nuova tecnologia, offre un lavoro mirato e realistico. Visualizzerete il progetto in anteprima in 3D sia sull’interno che sull’esterno casa in modo da avere un’idea fedele del risultato finale. Inoltre, l’interior design saprà consigliarvi sulla bioarchitettura e su tecniche d’arredo particolari, qual il Feng Shui per vivere in un ambiente sano e sereno o l’impiego di prodotti naturali.

I consigli dell’architetto on line di interni non trascurano alcun aspetto: colore delle pareti della camera da letto o dei divani, come arredare la cucina, quali mobili scegliere per il bagno affinché sia bello e pratico, disposizione dei mobili e illuminazione della casa.

L’architetto online è in grado di risolvere piccole problematiche anche di carattere pratico: la messa a norma dell’impianto, i metodi per ottenere un efficace risparmio energetico, le detrazioni fiscali e IMU.

 


Infissi e serramenti per interni

Infissi interni

Qualsiasi edificio, sia che si tratti di un’abitazione o una struttura commerciale, si avvale di un’ architettura che potrà risultare più o meno piacevole. Completa l’estetica di ogni edificio la scelta di infissi e serramenti idonei che non andrà mai lasciata al caso ma dovrà rispettare, in primo luogo, l’estetica dell’edificio.

Con le nuove normative in termini di risparmio energetico e sostenibilità degli edifici gli infissi ed i serramenti devo essere conformi, isolare dall’esterno e garantire un buon isolamento sia termico che acustico. Una buona scelta tra i modelli proposti da Serramenti Milano garantisce un notevole risparmio energetico sia d’estate, quando per combattere il caldo si accendono i condizionatori, sia d’inverno, stagione in cui accendere i riscaldamenti diviene d’obbligo.

Materiali e finiture dei serramenti

Ovviamente i serramenti per interni e quelli per esterni (porte e finestre), dovrebbero avere le stesse caratteristiche estetiche ed intonarsi, oltre che alla struttura dell’edificio anche all’arredamento interno. Le porte interne di un edificio sono generalmente il legno, o composte in legno e vetro ma, talvolta, modelli più economici vengono realizzati anche in PVC, mentre per gli edifici commerciali, vengono utilizzati maggiormente gli infissi in alluminio.

Il legno è innegabilmente un materiale antico, adottato sia per la creazione di mobili che per gli infissi, trova vasta applicazione in moltissimi settori edilizi. Il legno utilizzato per la realizzazione degli infissi, e nello specifico delle porte, può essere più o meno pregiato. Troviamo porte in noce biondo o noce scuro, in castagno, in abete o pino, rustiche e più economiche, in faggio e in altre essenze.

La lavorazione di infissi e serramenti può creare oggetti dalle fogge diverse che si avvalgono di lavorazioni in rilievo “bugnature” o magari che inseriscono al loro interno dei vetri come le porte all’inglese. Le porte a vetri isolano ugualmente dai suoni ed hanno il vantaggio di far filtrare egregiamente la luce del sole, elemento molto utile quando, ad esempio, varie stanze si affacciano su un corridoio privo di finestre e sostanzialmente buio.

Le porte possono essere ad una o più partite, con dimensioni minime di apertura, denominata luce, da circa 80 o 90 centimetri fino a dimensioni notevoli. Soluzioni alternative sono costituite dalle porte scorrevoli, porte a soffietto o porte a libro. Infine, da considerare anche gli accessori che compongono una porta ossia le serrature e le maniglie che possono valorizzarne egregiamente l’estetica. Per quanto concerne i costi ovviamente sono molto variabili, ciò in relazione al materiale, alla grandezza della porta e alle lavorazioni utilizzate per ottenerla.


Idee per l’arredamento casa

Arredamenti

Voglia di rinnovare l’arredamento casa? A volte basta solo inserire qualche piccola novità, un oggetto nuovo, una disposizione diversa, un tocco di colore o un’idea originale per soddisfare il desiderio di cambiamento e rimettere in circolo nuove energie positive.

Creiamo un piccolo giardino in stile zen:un’esperienza affascinante e creativa. Sassi scuri o grigi più grandi, sassolini bianchi tondeggianti, del muschio decorativo e qualche bella pianta verde, ad esempio una felce, ed ecco quell’angolo un po’ spoglio del salotto o della camera da letto tornerà a vivere, donando un tocco particolare e raffinato all’atmosfera.

Giochiamo con i colori, magari in contrasto. Regala immediatamente una ventata di freschezza ad un arredamento casa un po’ superato. Un copridivano bianco con cuscini neri, magari grandi, vistosi, soffici, abbandonati con finta noncuranza per dare quell’idea di fascino non ricercato a tutti i costi.

Arredamenti moderni

Osiamo qualcosa di vivace, soprattutto se abbiamo una casa in stile moderno. Una soffice e calda trapunta turchese, fucsia o rossa e degli scendiletto dello stesso colore. Una pennellata di primavera anticipata in camera. Per la cameretta dei bambini consideriamo i pouf o bauli contenitore in ecopelle colorata, da utilizzare come comode sedute e da poter riempire a piacimento di tutto ciò che si vuole, dato che sono molto capienti.

Eliminare qualcosa di vecchio e sostituirlo con un nuovo acquisto ci aiuterà a vedere l’arredemento casa come una novità, ripristinerà l’entusiamo e la progettualità. Un’idea potrebbe essere sostituire le vecchie mensole con dei  mobili moderni a moduli quadrati componibili.

Si tratta di nicchie quadrate, in compensato sottile, da comporre a muro, a piacimento, e utilizzare al posto della classica mensola dritta. Stanno benissimo in salotto, un paio di composizioni da due, tre pezzi, arredano un’intera parete. Bella anche la nuova tendenza di metterle dietro la testata del letto, in alternativa al classico quadro.

Pensiamo anche all’illuminazione. Sostituire i superati abat-joures con moderni ed efficienti faretti, magari direzionabili oppure regalarsi una lampada a luce colorata diffusa. Lasciamoci avvolgere dal principio della cromoterapia in un’onda di delicato azzurro, rosa, giallo o aranciano che secondo dopo secondo s’intensifica o si affievolisce. Come avere un tramonto personale nel proprio salotto.


Ristrutturazione casa: come affrontarla

ristrutturazione-casa

Il progetto di ristrutturazione

La ristrutturazione della casa dev’essere affrontata prima di tutto con una fase progettuale molto accurata. E’ importante rivolgersi ad un professionista senza improvvisarsi geometri od architetti se non lo siamo. Una relazione tecnica ed un disegno possono richiedere più di 1000€ ma in alcuni casi ci evitano spese inutili: la nostra idea di ristrutturazione fai da te con molta probabilità è irrealizzabile.

Spesso ci sono vincoli architettonici da seguire, ad esempio in una particolare zona geografica oppure in un contesto storico. Effettuare ristrutturazioni Milano può essere diverso rispetto ad un’altra città. Ci sono regole antisismiche da rispettare e piccoli lavori di modifica strutturale che, magari ci sembrano banali, ma non li possiamo proprio fare nella maniera in cui li abbiamo pensati. Perciò è indispensabile l’assistenza di uno o più professionisti.

Il preventivo

Nella prima fase, oltre al progetto, dovremo farci fare il preventivo di spesa complessivo. E’ importante considerare che nella ristrutturazione di una casa, già a partire dal rifacimento di una stanza interna, potrà non trattarsi soltanto di lavori di muratura.

Se il nostro muratore ci propone una cifra di 60€ per ora di lavoro questo non significa che moltiplicando quella cifra per le ore che ci prospetta, si arrivi alla cifra complessiva. Di frequente, infatti, oltre alla muratura c’è l’impianto elettrico da risistemare o da rifare del tutto dovendo contattare l’elettricista, oppure il tubo che passa sotto il pavimento per cui bisogna chiamare l’idraulico.

A chi rivolgersi

E’ molto indicato, dunque, rivolgersi ad un’impresa di ristrutturazioni in grado di fornire tutti questi servizi, anche appaltandone alcuni, ma garantendo come unico tramite ed unico punto di riferimento. Facciamo conto che più riferimenti significa più incertezza e più fatture che dovremo pagare, col rischio concreto che quanto preventivato non rispecchi affatto la somma definitiva, gonfiata dai vari preventivi a cui vanno aggiungersi lavori non previsti.

Quando ci rivolgiamo ad una ditta edile per un preventivo, dunque, dobbiamo valutare il budget di spesa ma anche e soprattutto l’idoneità di quella ditta di ristrutturazioni per il lavoro che andremo a commissionare. Chi ci ha assistito per il progetto saprà, generalmente, consigliarci anche a chi affidare i lavori.

La realizzazione

La ristrutturazione è un intervento molto particolare. Spesso è più semplice costruire da zero. Si ristruttura, infatti, non solo per risparmiare ma anche per valorizzare l’esistente, perché si ritiene valido il concetto che tuttavia si è rovinato, col passare del tempo o con l’inutilizzo.

Dovremo pensare ad interventi che riportino la funzionalità dei locali, apportando solo le modifiche strutturali indispensabili. Successivamente rimarranno il nostro gusto ed il nostro stile l’unico parametro realizzativo.